Close

Capodanno a Valencia e Albufera

Valencia in bici

Alla scoperta dei mille volti della città di Valencia pedalando tra antiche architetture, avveniristiche strutture moderne ma anche immersi nell’area naturale protetta di Albufera, a solo pochi chilometri dalla città: questo il nostro programma per la fine del 2018 e il capodanno 2019. In bicicletta in Spagna per 7 giorni e 6 notti per vivere, in collaborazione con Girolibero, una LifeGate Experience!

Capodanno a Valencia e Albufera

Trascorrere la fine del 2018 e l’inizio del nuovo anno in Spagna, pedalando. ©Girolibero

Aspettare il nuovo anno nella moderna Valencia

Sulla costa orientale della Spagna si trova Valencia, capoluogo della Comunità Valenciana, terza città del paese per numero di abitanti e centro di grande rinnovamento soprattutto negli ultimi anni. Tra la fine del XX secolo infatti e l’inizio del XXI secolo qui sono stati realizzati numerosi progetti architettonici e urbanistici che hanno trasformato ulteriormente la città, il più imponente dei quali è certamente la Città delle arti e delle scienze, un nuovo quartiere a sud est del centro progettato dall’architetto valenciano Santiago Calatrava. Una vitalità che si respira forte tra le vie della città che visiteremo a lungo in bicicletta durante il nostro tour a cavallo tra il 2018 e 2019. È proprio qui infatti che trascorreremo l’ultima notte dell’anno, tra locali  sul mare o in locande dell’antico centro storico. Valencia è una città adatta a tutti: per chi ama la storia e le tradizioni, la Ciutat vella ricca di storia e di arte, ha nella cattedrale – che racchiude in sé il meglio del gotico e del barocco – la sua massima espressione architettonica, mentre la Lonja de la Seda, il mercato della seta, mirabile esempio di stile gotico valenciano, è talmente unico da essere stato inserito tra i beni Patrimonio dell’umanità Unesco. Per chi ama il mare, oltre a pedalare lungo le splendide spiagge valenciane, il Parco oceanografico della città è un vero paradiso, così come tutta la Città della scienza. E poi la buona cucina: è qui infatti che è nata la vera paella, piatto unico e caratteristico della Spagna, che noi assaggeremo proprio nel locale dove dicono sia stata inventata, nel grazioso paese di El Palmar.

Capodanno Valencia e Albufeira

Spiagge, cultura, arte, natura e buon cibo a Valencia e Albufera. ©Girolibero

Immersi nella natura nell’Area naturale protetta di Albufera

Pedalando per soli dieci chilometri fuori Valencia raggiungeremo il Parco naturale de La Albufera, un ecosistema mediterraneo che riunisce spiagge selvatiche di dune, boschi, risaie e un enorme lago, che visiteremo in barca insieme a pescatori locali. La Albufera rappresenta infatti il lago più grande di Spagna e una delle zone umide più importanti della penisola iberica. Si tratta di un luogo di grande interesse ecologico in cui svernano specie uniche di uccelli acquatici e quindi spesso meta di appassionati di birdwatching. Il nome Albufera, vuol dire proprio “piccolo mare”, in realtà però si tratta di un enorme lago per la maggior parte di acqua dolce, separato dal mare da una stretta striscia di sabbia.

L’Albufera è una zona dove le antiche tradizioni sono ancora vive e forti: una di queste è la pesca che, ancora ai giorni nostri, qui può essere praticata  solo da famiglie di pescatori di generazione. Addirittura, anticamente alle donne era fatto divieto di pescare. In molti sostengono che la paella sia stata inventata proprio nella zona del Parco naturale dell’Albufera, per via dell’abbondanza di risaie:  la gente del posto la avrebbe creata proprio aggiungendo al riso degli ingredienti facilmente reperibili in zona, come conigli, polli, verdure e anche qualche lumaca. Infatti la vera paella valenciana è proprio quella fatta con questi ingredienti, mai carne e pesce insieme.

Valencia e Albufera

Un tratto verde del nostro viaggio nell’area naturale di Albufera. ©Girolibero

I borghi tappa del tour in bicicletta

Questo viaggio alla scoperta della zona orientale della Spagna parte da Xativa dove alloggeremo: si tratta di una cittadina dal centro storico molto interessante, la cui attrazione principale è sicuramente il castello, una fortezza gotica che domina la città e offre un panorama davvero bello. A Simat de la Valldigna faremo una tappa obbligata al celebre Monastero reale di Santa Maria dellaValldigna un luogo suggestivo e dal forte significato religioso per i valenciani che fa parte del Percorso dei monasteri di Valencia, un itinerario culturale e turistico che collega quelli più celebri della regione. Pedalando costeggeremo però anche splendide spiagge, come quelle di Cullera, una cittadina purtroppo molto turistica dove i seppur presenti graziosi scorci nel centro antico sono troppo pochi rispetto ai palazzoni residenziali. Altre due località marine ci attendono, molto più caratteristiche: Port Saplayas che in molti in Spagna definiscono la “pequeña Venecia” (piccola Venezia) e Santa Maria del Puig, visitata soprattutto per il suo monastero gotico, suggestivo e imponente.

A chi è dedicato il viaggio

Un tour perfetto per chi adora la bicicletta come mezzo per scoprire non solo la natura ma anche le realtà cittadine come Valencia. Un mix ben studiato tra distese verdi, litorali, e centro città per non annoiarsi mai. E la comodità ogni sera di tornare in un accogliente albergo, pronti per vivere la notte spagnola tra locali del centro o semplicemente in riva al mare. Un itinerario per tutti: esperti e semplici appassionati che vogliono scoprire la regione dell’area protetta di Albufera e la moderna Valencia. Mare, lago, colline, dune… tutto in un solo viaggio!

Partenze

Mercoledì 26 dicembre 2018 da Milano Linate

4 Comments on “Capodanno a Valencia e Albufera

Sabrina
October 4, 2018 at 4:24 pm

Ho letto il programma della vacanza, sono molto interessata. Potreste avere maggiori informazioni, costi volo etc?
grazie

Chiara
October 23, 2018 at 12:54 pm

Buongiorno Sabrina,
per ottenere maggiori informazioni sul viaggio può compilare il form di riferimento sotto l’articolo.

Grazie dell’attenzione,
Chiara

Brunetti Michele
October 31, 2018 at 1:33 pm

Buongiorno,
sono molto interessato a questa esperienza, saremmo in due persone.
E’ possibile sapere il costo del viaggio ed avere maggiori informazioni? grazie

Chiara
November 15, 2018 at 8:38 am

Buongiorno,
per avere maggiori informazioni è necessario compilare il form che trova in calce all’articolo.
Grazie

Leave a Reply

Your email address will not be published.