Close

Parco naturale delle tre cime di Lavaredo

Dolomiti, Tre cime di Lavaredo

Un territorio dalle bellezze incredibili, così uniche da essere state iscritte nella lista del Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco: sono le Dolomiti che il Parco naturale delle tre cime di Lavaredo custodisce in parte. Oltre 11.000 ettari che comprendono i comuni di San Candido, Sesto e Dobbiaco tra biodiversità vegetali e specie animali protette. Un parco dai mille paesaggi che si estende a nord in Val Pusteria, a est in Val di Sesto, a sud al confine provinciale con Belluno e a ovest dalla Val di Landro. Suggestive vette, fiori variopinti, animali in libertà, sono alcune delle meraviglie che potrete immortalare grazie alla macchina fotografia. Il Parco naturale delle tre cime di Lavaredo è il setting perfetto per un workshop di fotografia e LifeGate Experience vi ci porta in collaborazione con Pixcube: foto-itinerari accompagnati da una guida alpina, da un esperto del parco e da un fotografo professionista per imparare a osservare con occhi diversi.

Tre cime di Lavaredo

Le tre cime di Lavaredo all’interno dell’omonimo Parco naturale istituito nel 1981.

Parco naturale delle tre cime di Lavaredo: da luogo di guerra a paradiso di biodiversità 

Se si volge lo sguardo verso le Tre cime di Lavaredo – spettacolarmente verticali e pallide, suggestive e meravigliose – meta nei giorni nostri di escursioni alpinistiche o di trekking alla portata di tutti, ci si dimentica forse che furono negli anni della Grande guerra – quindi fra il 1915 e il 1917 – fronte di combattimento. Di questo periodo però rimangono ancora evidenti resti come trincee, gallerie e baraccamenti, visibile in numerosi sentieri. Oggi queste tre montagne, la più alta la Grande, ossia la centrale (2.999 metri s.l.m.), la seconda la Cima ovest (2.973 metri), la Cima piccola la più bassa (2.857 metri), sono la principale attrazione del Parco naturale istituito nel 1981 che fa parte anche della Rete ecologica europea Natura 2000, il cui obiettivo è la tutela degli habitat naturali e delle specie animali e vegetali che lo popolano. Uno scrigno di biodiversità custodito tra la varietà di forme scultoree delle cime dolomitiche più note al mondo.

Foto itinerario Parco naturale tre cime di Lavaredo

Le tre cime viste al tramonto, uno spettacolo unico che potrete vivere partecipando al foto itinerario. ©Josef-Hackhofer

L’habitat tutto da fotografare del Parco naturale delle tre cime di Lavaredo

Un territorio che può diventare un setting naturale senza uguali per gli appassionati di fotografia: le Tre cime come sfondo e come soggetti specie floro faunistiche uniche da scovare e immortalare in primi piani lungo sentieri adatti a tutti i tipi di escursionisti, esperti e principianti. Ben due terzi del Parco naturale delle tre cime di Lavaredo sono costituiti da rocce e pendii detritici, quindi qui riescono a crescere in gran parte solo piante pioniere come la potentilla persicina, il rododendro nano, l’aquilegia azzurra, l’achillea gialla o anche la campanula di monte. Tra gli uccelli invece, i più tipici del parco naturale sono lo spioncello e il picchio nero, ma anche alcuni davvero rari come il picchio tridattilo o l’aquila reale trovano nelle Tre cime il loro habitat naturale. Emozionarsi davanti all’alba al cospetto delle Dolomiti o godersi lo spettacolo di un tramonto sul lago più grande del Parco, il Lago di Landro, sarà ancora più bello con la macchina fotografica al collo per fermare in uno scatto questi panorami.

Parco naturale tre cime di Lavaredo

Un’escursione notturna durante il workshop per fotografare le stelle in montagna.©Pixcube

Biodiversità, escursioni ed esperti per una due giorni dedicata alla fotografia

Il Parco naturale delle tre cime di Lavaredo è il luogo ideale per unire due passioni, quella per la montagna e quella per la fotografia: il foto itinerario organizzato sulle Dolomiti permetterà in soli due giorni, un breve week end, di sperimentare come cogliere nel miglior modo possibile le bellezze da cui sarete circondati. È stato pensato infatti sia per il fotografo amatore che vuole sviluppare la propria abilità, che per il più avanzato, che avrà accesso ai lati più nascosti e panoramici del Parco, sfruttando gli insegnamenti dei guardaparco o delle guide scelte. I partecipanti sono affiancati da professionisti, selezionati appositamente per questo appuntamento e durante il sabato e domenica si alterneranno esercizi pratici a sedute di commento e condivisione delle scelte e suggerimenti del professionista. Capire come cogliere al meglio un cielo stellato, sfruttare la luce dell’alba nei propri scatti o immortalare con precisioni fiori e animali, sarà molto più facile grazie ai consigli di chi conosce il territorio e all’esperienza di chi ha come strumenti del mestiere una fotocamera.

Parco naturale tre cime di Lavaredo flora

Un particolare di una pianta all’interno del Parco naturale che scopriremo nel workshop ©Pixcube

A chi è dedicato il corso

Questo breve excursus nella fotografia di montagna immersi nel Parco naturale delle tre cime di Lavaredo è adatto a chi predilige come mezzo espressivo le immagini, a chi considera la capacità di cogliere l’attimo un’arte vera e propria, a chi ama la natura e desidera viverla in prima persona, sui sentieri. Un week end alla scoperta di una delle meraviglie dell’umanità guidati da esperti che ne indicheranno le peculiarità in merito di biodiversità e ne faranno capire il grande valore naturalistico. Tutto nel pieno rispetto del territorio e delle forme di vita che vi abitano.

Partenze

Su richiesta

Per maggiori informazioni, compila questo form.

  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published.