Close

Parco naturale delle Dolomiti Friulane

Dolomiti Friulane parco

Un territorio ancora meravigliosamente selvaggio, che regala le emozioni della montagna vissute nella sua pienezza e dove è possibile incontrare nel loro habitat naturale caprioli, camosci e cervi, vedere galli forcelli e galli cedroni fuggire al proprio passaggio o osservare giovani marmotte rincorrersi. Tutto circondati dalla maestosità delle Dolomiti, patrimonio Unesco: siamo nel Parco naturale delle Dolomiti Friulane situato sulle catene montuose racchiuse tra i corsi dei fiumi Tagliamento e Piave, sovrastanti la pianura friulana occidentale. Quasi 37.000 ettari, forse i più belli della regione che fanno di questa zona un vero e proprio paradiso per l’escursionismo, il trekking, l’alpinismo e la fotografiaLifeGate Experience vi porta, in collaborazione con Pixcube, a vedere da vicino flora e fauna protette in questo parco naturale, per immortale con degli scatti questa bellezza assoluta.

Parco naturale delle Dolomiti Friulane

Un panorama montano all’interno del Parco naturale delle Dolomiti Friulane dove si svolge il workshop.

Essere fuori dal mondo, in paradiso: Parco naturale delle Dolomiti Friulane

Silenzio, se non per i rumori della natura, ampi spazi, vette maestose: il Parco naturale delle Dolomiti Friulane regala tutto questo grazie a un territorio di grande interesse geologico, ambientale e naturalistico, caratterizzato da un alto grado di wildernessQui infatti non ci sono strade di comunicazione (sono presenti solo alcune vie di penetrazione in fondovalle e piste di servizio non collegate tra le grandi vallate) caratteristica difficilmente riscontrabile, per estensione, in altre zone dell’arco alpino. Quindi quiete e natura e niente più. La catena dei Monfalconi con il Campanile di Val Montanaia, le praterie di alta quota di “Canpuros”, i pascoli di malga Senons e la solitudine dei Canali di Meduna, ne fanno un ambiente unico. Collegata al Parco vi è inoltre la vicina Riserva Naturale Forra del Cellina, significativa e spettacolare incisione che il Torrente Cellina ha scavato negli strati calcarei fra Barcis, Andreis e Montereale Valcellina prima del suo sbocco nell’alta pianura friulana. Tra le altre meraviglie da fotografare, custodite dalle Dolomiti, il Campanile di Val Montanaia e i libri di San Daniele. Il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane è perfetto per l’escursionismo di tipo naturalistico, attività favorita anche da una rete di sentieri e da numerose strutture d’appoggio come le casere che visiterete nel corso del workshop.

Parco naturale delle Dolomiti Friulane.

La macchina fotografica per immortalare le meraviglie naturali del Parco naturale delle Dolomiti Friulane.

In una casera per vivere a pieno la montagna

Durante il workshop le guide esperte del Parco naturale vi condurranno in una tipica casera di montagna dove si trascorrerrà la cena e la notte. La casera è una struttura architettonica tipica dell’ambiente alpino e prealpino della zona nord orientale dell’Italia; in Friuli ve ne sono molte che negli ultimi anni sono state ristrutturate o ricostruite ex novo per non perdere del tutto il legame tra il territorio con la vita pastorale di un tempo non lontano. Sono molti i sentieri tracciati per visitare le casere, un itinerario che è un po’ un viaggio nel passato, immaginando come deve essere stata la vita per i pastori, i boscaioli e per le tante famiglie che, durante l’estate popolavano le montagne  del Friuli per la fienagione. Per voi sarà l’occasione di fotografare in tutta libertà i dintorni, anche di notte e cogliere l’immensita delle Dolomiti nel silenzio più assoluto e magari anche sotto un cielo di stelle.

Dolomiti Friulane workshop

Un workshop tra le Dolomiti Friulane per cogliere le piccole e grandi bellezze della natura.

Flora e fauna da fotografare

All’interno del parco sopravvivono degli autentici endemismi, cioè organismi differenziatisi in loco in tempi lontani e rimasti oggi isolati in aree originarie e circoscritte. Eccezionalità tutte da fotografare, come: l’Arenaria huteri, la Gentiana froelichi, la splendida Pianella della Madonna (Cypripedium calceolus), la Daphne blagayana (un esemplare di Timeleacea rinvenuto in Italia nella zona del Raut e del Tramontino solo nel 1989). Altrettanto incredibile è il patrimonio faunistico: camosci, caprioli, marmotte, galli cedroni, galli forcelli, cervi e una consistente colonia di stambecchi in continua espansione. Segno dell’elevato grado di naturalità dell’ambiente del Parco è la presenza dell’aquila reale; in ogni vallata si stima la presenza di una coppia nidificante. Specie tutte da scoprire, grazie all’aiuto di esperte guide del parco che daranno tutte le informazioni necessarie per fotografare animali e piante nel pieno rispetto dell’ambiente.

Panorama Dolomiti Friulane

Le Dolomiti Friulane, setting del workshop fotografico con LifeGate

A chi è dedicato il corso

Il Parco naturale delle Dolomiti Friulane è una porzione di mondo meravigliosa per tutti, ma soprattutto per chi ama la tranquillità e il silenzio, sempre con la macchina fotografica in mano. Qui infatti si vive in completa connessione con la natura, il modo migliore per riuscire anche a cogliere le peculiarità del luogo da immortalare in uno scatto. Un week end per riscoprire l’ambiente montano e le sue tradizioni accompagnati alla scoperta delle bellezze del territorio.

Partenze

Su richiesta

Per maggiori informazioni, compila questo form.

  •  

Leave a Reply

Your email address will not be published.