Close

Madagascar del sud, fra lemuri e baobab

Baobab, Madagascar

Tra piccoli e simpatici lemuri, maestosi baobab e vere e proprie cattedrali di calcare che si ergono nella foresta, il Madagascar è il luogo perfetto per una vacanza sostenibile a stretto contatto con la natura. Grazie al viaggio, un trekking di 19 giorni proposto da LifeGate Experience, in collaborazione con Four seasons natura e cultura, avremo la possibilità di conoscere gli aspetti più insoliti dell’enorme isola al largo delle coste del Mozambico, un paradiso terrestre che da solo ospita il 5 per cento della biodiversità mondiale con l’80 per cento di specie endemiche. Per i veri amanti della natura, si tratta di un’esperienza da non perdere assolutamente!

Madagascar tra trekking ed escursioni nei parchi

Elemento fondamentale di questa vacanza saranno i trekking e le escursioni sui sentieri meno battuti dell’isola, che ci permetteranno di avvistare gli animali (primi fra tutti, i lemuri, piccoli mammiferi endemici della regione) ed entrare in contatto con la popolazione dei villaggi, di cui apprezzeremo le usanze.

Lemuri, madagascar

Nel nostro tour, ammireremo la fauna del Madagascar: primi fra tutti i lemuri, piccoli mammiferi endemici della regione.

Durante i primi giorni del viaggio, ci avventureremo in barca lungo il fiume Tsiribihina, contemplando la natura più selvaggia e ammirando le grandi rocce basaltiche e le specie endemiche di uccelli malgasci, e bivaccando sulla riva. Potremo poi praticare dei trekking in due importantissime aree protette del paese: il Parco Nazionale degli Tsigny di Bemaraha (tra l’altro, patrimonio Unesco) e il Parco Nazionale di Ranomafana. Nel primo incontreremo i lemuri e altri mammiferi, come i Fossa, piccoli carnivori endemici della regione, e poi proveremo l’emozione di ammirare le grandi cattedrali calcaree del parco dall’alto, attraversando un lungo (e spettacolare) ponte sospeso, che ci permetterà di godere di una vista mozzafiato. Il secondo parco è invece conosciuto per la sua flora tropicale esuberante e per la sua fauna endemica, tra cui spicca il rarissimo Hapalémur dorato.

Avremo poi la possibilità di visitare altre bellezze del Madagascar, come il Parco Isalo, con la sua piscina naturale alimentata da una cascata di acqua tiepida, o Morondava, dove troveremo, sulla strada dei baobab i due famosissimi “baobab innamorati”, due alberi intrecciati in un gigantesco e romantico abbraccio.

Lemuri, Madagascar

Questo viaggio è consigliatissimo a chi desidera vivere un’esperienza a stretto contatto con la natura!

A tu per tu con i malgasci

Il viaggio sarà anche l’occasione per visitare le città dell’isola ed entrare in stretto contatto con la popolazione malgascia, conoscerne le abitudini e la cultura. Dopo una prima tappa a Antananarivo, capitale del Madagascar, il gruppo attraverserà i piccoli villaggi tradizionali dell’etnia Merina, fatti di case in mattoni rossi. Visiteremo Antsirabe, cittadina a 1500 metri di altitudine nata come centro sanatoriale fondato dai missionari norvegesi, e Miandrivazo, un rigoglioso territorio lungo il fiume Tsiribihina noto soprattutto per le sue coltivazioni di tabacco, arachidi e fagioli.

A chi consigliamo il viaggio

Questo viaggio è consigliatissimo a chi desidera vivere un’esperienza a stretto contatto con la natura, agli appassionati di trekking e a chi intende la vacanza come momento fondamentale per conoscere e scoprire usanze e tradizioni di paesi lontani. È richiesto ai partecipanti un minimo di spirito di adattamento per quanto riguarda le due notti in tenda da trascorrere lungo il fiume Tsiribihina e le soste nei lodge dei parchi, che semplici e decorosi, ma non lussuosi. Questo permette di entrare in contatto con la realtà del luogo sostenendo l’economia locale e viaggiando in modo più responsabile e sostenibile.

Le escursioni sono tutte di difficoltà medio facile; il gruppo (da 6 a 12 partecipanti) sarà accompagnato per tutta la durata del viaggio da una guida qualificata.

Partenze

Su richiesta.

Per saperne di più, compila questo form.

  •