Close

Giordania, trekking nel deserto

Petra, Giordania

Forse non troveremo il Graal anche noi come Indiana Jones, ma il viaggio in Giordania sarà l’occasione per vivere un’esperienza indimenticabile. LifeGate Experience, in collaborazione con Four seasons natura e cultura, ci propone un viaggio di 9 giorni per esplorarne le città principali come Amman, Madaba e Aqaba e i monumenti archeologici, come Petra, considerata una delle sette meraviglie del mondo. E ancora, non mancheranno le escursioni nelle riserve naturali, come quella del Wadi Rum e del Wadi Mujib, e lungo le rive del Mar Morto, in un tour così sostenibile e rispettoso degli aspetti naturalistici e culturali da aver persino vinto il prestigioso premio Turismo Cultura Unesco.

Giordania

Non mancheranno le escursioni nelle riserve naturali, come quella del Wadi Rum e del Wadi Mujib,

I castelli nel deserto

Le prime escursioni previste nel nostro viaggio ci riporteranno tra settimo e ottavo secolo, al tempo dei califfi Omayyadi: visiteremo infatti il castello di Qasr-al-Kharana, dall’imponente pianta quadrata che si staglia come un miraggio nel deserto, e la fortezza di Qusayr’Amra, decorata da meravigliosi affreschi e per questo inserita nella lista dei Patrimoni dell’umanità dall’Unesco nel 1985. Verso la metà del viaggio ci ritroveremo invece immersi nelle atmosfere delle crociate durante il trekking verso il maestoso castello di Shobak, rocca costruita su un promontorio inespugnabile voluta da Baldovino I di Gerusalemme nel XII secolo.

Suggestioni bibliche, tra Madaba e Monte Nebo

E poi vivremo echi di storia biblica a Madaba, sorta sull’antico sito di Medba e oggi melting pot di religioni e culture, e sul Monte Nebo, che oltre a essere un importante luogo di culto sin dall’antichità è anche il luogo da cui, secondo la leggenda, Dio avrebbe mostrato a Mosè la Terra Promessa. Da qui, attraverso la Strada dei Re, ci dirigeremo verso il Mar Morto, il lago salato più famoso del mondo, dove avremo l’occasione di sperimentarne i fanghi salutari.

Giordania

Il deserto del Wadi Rum, Patrimonio Unesco dal 2011, sarà una delle nostre mete imperdibili!

Trekking e riserve in Giordania

I trekking nelle riserve, tra canyon, dune e sabbia non potranno mancare: tra le escursioni più particolari proposte da aprile a ottobre c’è sicuramente il Siq Trail, il trekking bagnato (in acqua alta 50 cm) che percorre la prima parte del Wadi Mujib, che sarà sostituito in inverno dall’Ibex Trail, un trekking asciutto lungo i canyon alla ricerca degli stambecchi. L’escursione più impegnativa sarà invece il trekking dal villaggio di Dana a Feinan, che prevede 8 ore di cammino tra paesaggi quasi lunari, mentre sarà il deserto del Wadi Rum, Patrimonio Unesco dal 2011, a catturare il nostro cuore: qui, nella cosiddetta Valle della Luna, dopo aver trascorso una notte ad aspettare l’alba coi beduini, ci inoltreremo nell’area protetta tra le sabbie cangianti e le rocce di arenaria che, tra l’altro, hanno fatto da sfondo al film The Martian.

Il fascino di Petra

Quando si dice Giordania, però, si pensa subito a Petra. L’antica capitale del regno nabateo, con le sue rovine archeologiche e le sue famosissime tombe, sarà una tappa obbligata per due giorni del nostro tour. Entreremo nella “città rosa” inizialmente in punta di piedi, con un trekking da Piccola Petra, attraversando l’originale via carovaniera percorsa dai mercanti nabatei nel I secolo d.C. e poi, il giorno successivo, faremo proprio come Indiana Jones un ingresso spettacolare dal Siq, la gola che porta direttamente alla tomba nabatea più famosa del mondo, il cosiddetto Tesoro del Faraone. Un’esperienza indimenticabile!

Giordania

Giordania, trekking nel deserto

A chi consigliamo il viaggio

Consigliamo questo viaggio a tutte le persone affascinate dal deserto e dalle sue atmosfere, ai cinefili che vogliono calpestare il suolo marziano come ha fatto Matt Demon in The Martian o rifare (almeno idealmente) la stessa cavalcata che ha condotto Indiana Jones al Graal e, infine, a chi desidera immergersi totalmente nella cultura e nella storia millenaria di questo meraviglioso paese, tutto da scoprire.

Tutte le escursioni sono di media difficoltà. Il gruppo (da 6 a 14 partecipanti) sarà accompagnato da una guida qualificata. Durante i giorni di viaggio, mangeremo le pietanze tipiche della cucina beduina, principalmente a base di agnello e montone, accompagnate da riso, cereali, verdure, legumi.

Partenze

Dal 28 dicembre al 5 gennaio – Attenzione: il viaggio è al completo.

Per maggiori informazioni, compila questo form.

  •