Close

Cambogia, tra templi e natura

Un’icona del sud-est asiatico: è questo l’antico tempio di Angkor Wat, gioiello archeologico della Cambogia iscritto dall’Unesco nella lista dei patrimoni dell’Umanità. Avremo la possibilità di scoprirlo e di visitare tante altre meraviglie della cultura Khmer nel viaggio di 12 giorni proposto da LifeGate Experience in collaborazione con Clup Viaggi. Insieme alle guide locali ci addentreremo nei paesaggi cambogiani, visiteremo campi e botteghe artigiane, assaggeremo la cucina del posto, prenderemo perfino parte attiva a uno dei tanti progetti organizzati dalle ONG presenti nel paese. Un’esperienza da non perdere, tra cultura, storia e natura.

Cultura in Cambogia: siti Unesco e non solo

Durante il nostro tour, avremo modo di visitare le rovine archeologiche più note e suggestive della Cambogia: oltre al già citato complesso di Angkor Wat costruito nel XII secolo per onorare la divinità Indu Vishnu, vedremo anche i resti di un altro sito Unesco, il tempio di Sambor Prei Kuk, antica capitale del regno pre angkoriano Chenla. Non potranno però mancare anche altre mete ad alto valore artistico, culturale e religioso, come il tempio di X secolo di Banteay Srei, gioiello Khmer in arenaria rosa con statue ancora in buono stato, il tempio di Ta Prohm coi suoi giganteschi alberi secolari, o il bel tempio di Wat Nokhor. Durante l’ultima giornata, a Phnom Penh – la capitale del Paese – potremo inoltre ricevere la benedizione dei monaci buddhisti e godere dell’atmosfera di serenità e pace caratteristica di questi templi. E sempre nella capitale, ci immergeremo nella storia Khmer passata e recente visitando prima il Museo Nazionale, con la sua grandiosa collezione di sculture antiche, sia il Museo del genocidio Tuol Slèng, un ex campo della morte dove negli anni Settanta del secolo scorso migliaia di persone vennero torturate e uccise sotto il regime comunista dei Khmer rossi.

Phnom Phen, Cambogia

Tempio di Phnom Phen.

Cambogia a contatto con la natura e le tradizioni locali

In una vacanza sostenibile, la scoperta dei luoghi ad alto valore naturalistico non può certo mancare: ecco perché Koh Trong, piccola isola nel fiume Mekong in cui non esistono automobili, sarà una meta imperdibile. Potremo esplorarla in bicicletta o a piedi o ancora su un carro trainato da buoi o da cavalli, lungo un sentiero di 9 km che la percorre tutta e che ci consentirà di apprezzarne la vegetazione rigogliosa. In un’escursione lungo il fiume, inoltre, vedremo i rarissimi delfini di fiume, mammiferi acquatici oggi a rischio estinzione che avvicineremo in sicurezza e con estrema cautela.

E poi, percorrendo itinerari poco battuti, lontani dalle principali mete turistiche, ci immergeremo completamente nei paesaggi e nella quotidianità cambogiana, visitando i caratteristici villaggi “galleggianti” su palafitte di Kampong Kleang e Kampong Chhnang, attraversando colline e risaie, pranzando in famiglia nelle tradizionali case di legno locali e degustando i piatti tipici del paese.

Cambogia

Durante il nostro viaggio in Cambogia visiteremo diversi monasteri per entrare in contatto con la religiosità profonda del luogo.

Uno sguardo ai progetti sociali

Una delle esperienze più singolari e importanti del viaggio sarà sicuramente la giornata con l’ONG Water for Cambodia: ancora oggi, il 50% della popolazione del Paese non ha accesso all’acqua potabile e l’utilizzo dei pozzi aumenta il rischio di epidemie e malattie. Insieme al personale della ONG, ci metteremo al lavoro per installare i biofiltri per ripulire l’acqua delle fonti contaminate e consentire così alle famiglie di vivere una vita più sana e sicura.  Inoltre, i partecipanti al viaggio parteciperanno concretamente al progetto “Refill not landfill”, volto a “educare” i viaggiatori a non inquinare il paesaggio con le proprie bottigliette di acqua minerale.

A chi consigliamo il viaggio

Gli appassionati di storia e cultura orientale, antica e recente, troveranno questo viaggio indimenticabile; lo consigliamo anche alle persone che mostrano curiosità verso tradizioni lontane e che intendono la vacanza come un’immersione totale nella quotidianità del paese che vanno a visitare.

Il viaggio è pensato per un minimo di 10 partecipanti.

Partenze

Su richiesta

Per saperne di più, compila questo form.

  •